Arneis

L’Arneis è diffuso in Piemonte, soprattutto nella zona del Roero, nella quale i vini bianchi Roero Arneis, prodotti sulle rive del fiume Tanaro, si sono guadagnati il ​​soprannome di Barolo Bianco. In seguito alle varie crisi del settore vitivinicolo, negli anni ’60 del secolo scorso la presenza dell’Arneis si era ridotta fino alla sua quasi scomparsa, ma in seguito venne riscoperto per le sue caratteristiche enologiche e proposto come vino bianco di qualità in una terra, come il Piemonte, di grandi vini rossi. Il vitigno ha anche una piccolissima diffusione in Liguria e Sardegna, facendo parte della famiglia delle Bianchette, il cui nome fa chiaro riferimento al colore della bacca. I suoi vini sono caratterizzati dalla nota floreale e dagli aromi delicati, che contrastano con un corpo relativamente pieno e le altre note più fruttate, tipicamente di pera e albicocca, arrotondate con una leggera nota di nocciola. L’Arneis pone dei problemi colturali non trascurabili: è sensibile alle muffe e, nelle stagioni calde, lotta per mantenere livelli accettabili di acidità. Al di fuori del Roero, vini Arneis varietali sono prodotti nelle colline delle Langhe immediatamente a sud e nelle Terre Alfieri, a nord-est (vicino ad Asti).