Valcalepio

La zona geografica della DOC Valcalepio comprende il territorio dell’area collinare a nord-ovest della città di Bergamo, delimitato a nord dalle Orobie, ad est dal lago d’Iseo ed a ovest dal monte Canto. I vitigni della DOC Valcalepio affiancano al tradizionale Moscato di Scanzo, utilizzato per la produzione di vini dolci passiti (Moscato dio Scanzo DOCG), vitigni a bacca nera internazionali (Merlot, Cabernet) e a bacca bianca quali Chardonnay, Pinot bianco e Pinot grigio, per dare origine alle tipologie bianco, rosso e rosso riserva.

Franciacorta

La Franciacorta si trova sulla fascia collinare situata tra Brescia e l’estremità meridionale del Lago d’Iseo, in Lombardia. Il territorio di questa zona, anticamente cosparso di boschi, è stato ultimamente trasformato con l’impianto di numerosi vigneti che ne caratterizzano la peculiarità. Pur vantando una lunga storia, le cui radici risalgono all’epoca romana, il nuovo corso della vitivinicoltura della Franciacorta inizia a tutti gli effetti al principio degli anni sessanta, con la nascita delle prime cantine moderne. L’impulso alla viticoltura è arrivato grazie agli imprenditori del settore industriale che investirono e puntarono sulla coltivazione della vigna.  Oggi la Franciacorta è divenuta riferimento nazionale per quanto attiene la produzione di spumanti con il metodo classico e la Franciacorta DOCG è stata la prima a venir dedicata interamente agli spumanti metodo classico. I vitigni che costituiscono la base di questi vini sono lo Chardonnay, il Pinot bianco e il Pinot bianco. I vini fermi prodotti nella zona, perlopiù a sulla base di vitigni internazionali, rientrano nella denominazione Curtefranca DOC.

Oltrepò Pavese

L’area della Oltrepò Pavese DOC si inserisce nella fascia appenninica che dal Piemonte si spinge verso l’Emilia-Romagna, un lembo di terra collinoso a sud della Lombardia noto per essere il punto d’incontro di quattro regioni: Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia-Romagna. I vitigni tradizionalmente coltivati nell’area sono la Barbera, il Riesling, la Croatina. Il Pinot Nero è però il vitigno più conosciuto tra quelli coltivati nell’Oltrepò Pavese. Vinificato in rosso, dà vita alla tipologia Oltrepò Pavese Pinot Nero DOCG, mentre vinificato in bianco o in rosato costituisce la base per gli spumanti Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCG. I vini bianchi vengono invece prodotti con i vitigni Riesling (soprattutto Italico), Cortese, Moscato, Malvasia, Chardonnay e Sauvignon.

Valtellina

La Valtellina è la regione vinicola più a nord della Lombardia. Essa corrisponde al bacino del fiume Adda, a monte del lago di Como e assieme alla Valchiavenna forma la provincia di Sondrio. I vini della Valtellina, principalmente rossi vengono prodotti soprattutto con le uve Nebbiolo, localmente detta Chiavennasca. I vigneti sono posti su terrazzamenti esposti verso sud, lungo le pendici della media e bassa valle, ad altitudini che possono arrivare a 700 m.s.l.m. Le denominazioni più prestigiose sono il Valtellina superiore DOCG con le sue sottozone (Inferno, Grumello, Sassella, Valgella, Maroggia) e lo Sforzato di Valtellina DOCG (ottenuto con uve Chiavennasca lasciate appassire).