Romagna

La Romagna è una zona storica posta ad est di Bologna, che comprende parte dei territori di quattro province, Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Vi possono individuare due zone principali, una pre-collinare, che si estende dalle falde delle ultime formazioni collinari degli Appennini fino alla via Emilia, e una più prettamente collinare. La Romagna è famosa per il vino rosso prodotto con le uve del vitigno Sangiovese. Il Sangiovese di Romagna è un vino che può presentarsi in tipologie diverse da vini leggeri fino a vini di buona struttura, dal gusto secco e deciso. L’Albana di Romagna è stato il primo vino bianco italiano a ricevere il riconoscimento della Denominazione d’Origine Controllata e Garantita (DOCG). Il riconoscimento del più alto livello di qualità a questi vini è dovuto soprattutto ai i migliori vini prodotti con questa uva, ottenuti con rese molto più basse di quelle previste dal disciplinare, una scelta adottata solamente dai migliori produttori. Di particolare interesse è la versione passita, che si impone come una delle migliori a livello nazionale.

Colli Bolognesi

L’area geografica dei Colli Bolognesi include la zona pedocollinare e di media collina compresa tra il fiume Panaro a Ovest e il torrente Idice a Est. La zona è attraversata dall’ampia vallata del fiume Reno e da quelle minori dei torrenti Samoggia, Lavino e Idice. Il vino più famoso è qui il Colli Bolognesi Classico Pignoletto DOCG, un vino bianco, secco fine, armonico e caratteristico, prodotto con le uve del vitigno Pignoletto, autoctono di questa zona. I vini rossi sono prodotti con vitigni internazionali quali Cabernet Sauvignon e Merlot o la più tipica Barbera e hanno reso negli anni ’80 la zona dei Colli Bolognesi famosa in Italia e nel mondo. Ancora oggi la Barbera è giustamente considerata il vino storico dei Colli Bolognesi dove è ancora possibile trovare una produzione d’eccellenza, ricercata dai mercati internazionali.

Terre dei Lambruschi

Le province di Modena e Reggio Emilia devono la loro fama al Lambrusco, vino frizzante e immediato. I vitigni più importanti impiegati per la produzione di questi vini sono il Lambrusco di Sorbara, il Lambrusco Grasparossa e il Lambrusco Salamino, ai quali si aggiungono il Lambrusco Marani e il Lambrusco Maestri. I vini frizzanti che se ne ricavano, secchi o amabili, si sposano a meraviglia con i piatti della cucina Emiliana, soprattutto con i tipici salumi locali. Importante è il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC, prodotto nelle aree collinari nei pressi del borgo medievale di Castelvetro, in provincia di Modena.

Piacentino

La zona di produzione dei vini Colli Piacentini DOC comprende le colline poste a sud di Piacenza, nella zona dove fu ritrovato il Gutturnium, boccale d’argento che ha dato il nome al più celebre vino di questa zona, il Gutturnio, prodotto con uve Barbera e Croatina, qui detta Bonarda. La buona fertilità dei terreni delle colline piacentine produce uve caratterizzate dall’elevata acidità, che le rende ideali per la di vini frizzanti, che per il territorio oggi costituiscono la maggior produzione. Vi si producono comunque anche vini fermi atti anche ad affinamenti più o meno lunghi. Interessante anche il Vin Santo di Vigoleno, prodotto in quantità limitate da uve bianche aromatiche e non aromatiche.