Millesimato

Millesimato è una menzione prevista dai disciplinari per i vini spumanti, indicante che il vino base proviene dalla vinificazione di uve di una sola annata, che deve essere riportata in etichetta laddove sia presente la menzione millesimato. Anche se non esplicitamente, la logica vorrebbe che la menzione si applichi ai soli spumanti metodo classico, per distinguerli da quelli senza annata, dove si intente il vino base per la spumantizzazione sia una cuvée di vini di annate diverse, specificamente elaborata dal produttore.

Menzione Vigna

Il termine “vigna”, seguito dalla menzione (toponimo o nome tradizionale), ha la funzione di attestare una determinata produzione ai vertici di una piramide qualitativa dei vini a denominazione di origine. Essa può essere utilizzata soltanto per i vini DOP (DOC/DOCG), a condizione che la vinificazione delle uve avvenga separatamente e che sia previsto un apposito elenco nel disciplinare.

Diversa è la funzione di termini come “Castello”, “Abbazia”, “Rocca”, “Torre” e “Villa” riferiti al nome di una azienda viticola. Essi sono subordinati a due condizioni: 1) il vino deve essere ottenuto esclusivamente da vigneti coltivati da tale azienda; 2) la vinificazione deve essere effettuata interamente nell’azienda indicata in etichetta.

Gran selezione

Gran Selezione è una menzione specifica del Chianti Classico, nata per contraddistinguere vini prodotti da uve di esclusiva pertinenza aziendale, coltivate nei vigneti più vocati e con regole severe. Oltre a prevedere caratteristiche chimiche e organolettiche idonee a vini di elevata qualità, la Gran Selezione potrà essere commercializzata solo dopo un invecchiamento minimo di 30 mesi e un periodo obbligatorio di affinamento in bottiglia.

Superiore

“Superiore” si riferisce a vini prodotti seguendo regole più stringenti, previste dal disciplinare per questa specifica tipologia e che hanno una gradazione alcolica più elevata rispetto alla tipologia di base dello stesso vino che non reca la menzione “Superiore”. Si applica esclusivamente ai vini DOP (DOC e DOCG).

Riserva

“Riserva” è una menzione che caratterizza i vini sottoposti a un periodo di invecchiamento di almeno due anni per i vini rossi e di un anno per quelli bianchi. Tale periodo minimo può essere anche più lungo se così stabilito dal disciplinare per la tipologia del vino in questione. Si applica esclusivamente ai vini DOP (DOC e DOCG).

Classico

Si definisce “Classico” un vino prodotto in una zona di origine più antica nell’ambito della stessa zona di produzione viticola. La zona classica, quando prevista dai disciplinari, viene definita topograficamente in maniera precisa e costituisce una sottozona all’interno della denominazione, ancorché una tipologia vino distinta da quella base. Si applica esclusivamente ai vini DOP (DOC e DOCG).